Gli sci VIST: design e prestazioni

La prima linea di sci VIST è nata nel 2004 anni fa per testare i propri prodotti e offrire al cliente un total look esclusivo in abbinamento al resto dell’attrezzatura e all’abbigliamento. In pochi anni gli sci VIST si sono posizionati nella fascia alta di mercato, collezionando numerosi riconoscimenti ai principali sci test mondiali.

La più elevata funzionalità per ogni livello di performance sposa un design unico. Grazie alle numerose varianti e ai diversi set up ogni sciatore, a seconda del suo stile e della sua abilità, può trovare lo sci più adatto alle proprie esigenze. Gli sci vengono forniti con un sistema VIST già montato.

Design

Sci dal design straordinario ed esigente, frutto di un mix di buongusto ed eleganza tipicamente italiano, messo in evidenza dai materiali e dalle grafiche che si abbinano ogni anno ai motivi e ai colori delle collezioni di abbigliamento.

Linee

Il massimo della flessibilità e della versatilità anche per la collezione sci 2016/17: quattro modelli in carbonio e Titanal, il continuativo SL Race 155/165, il tradizionale modello Italia e otto modelli nuovi. Assolutamente unico per prestazioni, infine, il modello Revolution, incrocio a punta molto larga e squadrata tra sci da slalom e carving, che Vist ha ideato per gli atleti più aggressivi che amano le curve strette e veloci.

Materiali

Un cuore di legno in tre essenze accuratamente selezionate, la soletta sinterizzata per una perfetta scorrevolezza e una resistenza massima alle abrasioni, metalli ultra leggeri per un’ottimale aderenza al terreno e controllo nei cambi di direzione. Una combinazione straordinaria di materiali che è garanzia di incredibili performance sciistiche per ogni livello di abilità.

Assemblaggio

I materiali vengono assemblati con accurato lavoro manuale nel tradizionale sistema a sandwich o semicap, uno strato alla volta. Sono necessari circa 400 movimenti manuali e circa 6 ore per realizzare uno sci VIST, frutto di intense e costanti ricerche, anche in settori non legati al mondo dello sci come l’aeronautica e l’automobilismo, per garantire agli sciatori un’esperienza tecnica ed estetica assolutamente eccellente.

Materiali

  • Legno

    Il cuore di ogni sci è composto da diversi tipi di legno laminati ognuno con differenti caratteristiche. Il legno determina in maniera principale le caratteristiche dello sci: la curva di piegatura, la resistenza alla piegatura, la reazione elastica, le quali a loro volta sono determinanti per definire uno sci impegnativo, facile etc, per questo le combinazioni del legno variano.

  • Materiali compositi/artificiali

    Come il poliammide per le superfici (resistente ai graffi, altamente trasparente per la protezione della grafica).

  • Tessuti di fibra di vetro/carbonio

    Con diversa impostazione della rete a seconda dei modelli che consentono un “cinturaggio” dei vari elementi e danno un supporto contro deformazioni e torsioni.

  • Titanal

    È una lega metallica leggera con preponderanza di alluminio, presenta caratteristiche di elevata duttilità, malleabilità e flessibilità, fattori che le garantiscono un’elevata capacità di adattamento al terreno.

  • Soletta sinterizzata

    Sono previste solette ultra high molecular weight (UHMW) in polietilene mescolate con polvere di grafite per i modelli top che consentono ottime capacità di scivolata.

  • Lamine in acciaio

    Per un’ottima preparazione e resistenza.

Tecnologia

  • Fianchi piramidali

    Il disegno piramidale dei fianchi laterali dello sci facilita l’ingresso in curva e permette una sciata stabile in tutte le condizioni. Il raggio di curva lungo rende lo sci estremamente affidabile e scorrevole. Grazie a questa forma, le vibrazioni di punta e di coda vengono assorbite totalmente, tutto questo per creare degli archi di curva sempre più precisi e performanti. Caratteristiche principali: deformazione facile dello sci, stabilità in curva e sciate sicure anche ad alta velocità.

  • Snowbreaker trip

    La nuova geometria della punta Snowbreaker permette allo sciatore di modulare la risposta dello sci in base alle proprie esigenze. La sua forma squadrata e l’angolo di convergenza progressivo consentono, infatti, di migliorare sensibilmente – con l’aumento della presa di spigolo dello sci – la precisione ad inizio curva, anche grazie all’avanzamento del punto d’incidenza. Lo sci diventa tanto più aggressivo quanto più lo è la sciata.

  • APS Core technology (Added Pre Stress)

    Durante il processo di assemblaggio dei componenti dello sci nello stampo, viene utilizzata una tecnologia innovativa di stress iniziale. Durante questo processo gli strati di fibre vengono posizionati in modo che l’anima di legno assuma permanentemente una forma ondulata, concentrando l’energia nel centro dello sci. Si ottiene in questo modo uno sci confortevole e dinamico allo stesso tempo, con un’ottima rigidità che consente una sciata comoda e una buona presa di spigolo grazie alla torsione longitudinale. Questa tecnologia permette di utilizzare meno materiale rendendo lo sci leggero rispetto alle strutture standard.

  • Raggio dinamico

    Il concetto di “raggio dinamico” indica la proprietà dello sci di chiudere la curva grazie alla manovra dello sciatore e nasce per ovviare alla scarsa affidabilità del raggio di curva solitamente indicato. Il raggio di curva è una misurazione geometrica data da larghezza punta, centro e coda che, a seconda della distanza fra loro, fornisce un determinato risultato. Questo calcolo trigonometrico non tiene tuttavia conto di altre caratteristiche dello sci, quali la flessibilità, così come descritto nella norma DIN ISO 5902.
    Considerando la flessione dello sci e i parametri classici del raggio di curva, si riescono ad ottenere i dati di chiusura dello sci sotto pressione, arrivando a valori molto più vicini alla realtà. Vist indica sui propri sci il “raggio dinamico” per agevolare lo sciatore nella scelta del prodotto più idoneo alle proprie esigenze.

Menu Tecnologia e materiali