Piastre VIST

La storia di VIST, 20 anni fa, inizia proprio con la produzione delle piastre che da allora si sono fatte conoscere ovunque. Molti sono ancora oggi gli atleti in Coppa del Mondo che non rinunciano al loro utilizzo al cancelletto di partenza.

Il profondo know how di VIST va a vantaggio anche degli sciatori non professionisti. Le piastre sono componenti irrinunciabili a qualsiasi livello, perché garantiscono massima prestazione e trasmissione di forza per ogni tipo di sciata.

Da alcuni anni VIST realizza anche piastre per snowboard: la Snowplate viene utilizzata da appassionati e da numerosi atleti in Coppa del Mondo.

Come il resto dell’hardware VIST, anche le piastre sono concepite, disegnate, sviluppate e prodotte al 100% in Italia.

Tutto ha inizio dalle piastre

Le prime piastre nascono nella seconda metà degli anni Ottanta. Dieci anni dopo, grazie ai nuovi sci Carving, il mercato raggiunge il massimo dell’espansione e i produttori italiani si impongono anche su scala internazionale. Le piastre nascono come “accessori” in grado di prevenire i danni alla spina dorsale, dovuti alle vibrazioni, grazie alle loro qualità antivibranti.

Successivamente, la funzione antivibrante è stata sostituita da una funzione di rialzo: la maggiore altezza dal terreno permette allo sciatore di affrontare al meglio le nuove sciancrature degli sci a spatola larga, nel pieno rispetto dei limiti imposti dalla FIS.

L’ultimo passo dell’evoluzione funzionale della piastra è il suo sviluppo come mezzo di trasmissione delle forze impresse dallo sciatore sullo sci, caratteristica che la rende una componente fondamentale dello sci e consente un preciso controllo della sciata. È l’inizio di una nuova era: l’abbinata piastre-attacchi-sci da parte dei colossi del settore fa sì che la quasi totalità dei produttori nazionali e internazionali sparisca dal mercato, non reggendo il ritmo imposto dalla grande produzione.

È in questo scenario che VIST, grazie a mirati investimenti in ricerca e sviluppo e alle scelte vincenti in termini di qualità e flessibilità produttiva, riesce ad emergere e a dominare la produzione globale nel decennio tra il 1997 e il 2007 e diventa fornitore strategico di piastre in Coppa del Mondo.

L’offerta VIST negli anni ha raggiunto alti livelli di complessità. La vasta gamma di prodotti sviluppati non ha però oscurato la produzione di piastre, che rimangono tutt’oggi un prodotto identificativo di VIST TECH, l’azienda nata nel 2011 da uno spin-off di VIST, specializzata nella produzione di piastre, attacchi e sistemi combinati per sci con sede produttiva a Mussolente (Vicenza).

Maggiori informazioni sul sito Visttech.it.

Tecnologia World Cup Race Series

  • Sistema V-TECH

    La concentrazione delle forze impresse dallo sciatore nel punto centrale amplifica reattività, stabilità e tenuta dello sci. L’elastomero centrale serve per accumulare tutte le forze, per poterle poi rilasciare supportando il raddrizzamento dello sci a fine curva. Sensazione di grande GRIP al centro dello sci.

  • Ancoraggio

    Corrispondenza tra punta, scarpone e tallone con le viti di fissaggio della piastra sullo sci, da cui deriva una trasmissione diretta delle forze. Ricezione diretta delle forze trasmesse dal terreno, con istantanea possibilità per l’atleta di adattarsi ad ogni situazione. SISTEMA BREVETTATO VIST.

  • Effetto fionda

    Speciale strato di colla tramato a TRE strati tra piastra e sci. Mentre lo strato superiore e quello inferiore sono “statici”, quello centrale, considerato “dinamico”, amplifica l’elasticità dello sci permettendone un ritorno più veloce a fine curva.

  • Utilizzo

    Rende lo sci più reattivo/aggressivo. Aumentano i benefici su sci ritenuti “duri”. Permette agli sciatori non troppo potenti di flettere bene lo sci.

Tecnologia World Cup Air Series

  • Ancoraggio

    Fisso solo nell’area del puntale dell’attacco. Libero scorrimento nella parte posteriore, grazie al sistema di fissaggio asolato. Maggiore concentrazione della forza impressa nella parte anteriore dello sci. Entrata in curva più precisa e rapida.

  • Distribuzione delle forze

    Su tutta la piastra anteriormente e posteriormente, a partire da un solo punto, quello di fissaggio. Sensazione di stabilità e precisione. Maggior assorbimento delle vibrazioni.

  • Assetto costante

    La distanza tra puntale e talloniera dell’attacco rimane sempre costante, evitando indesiderati sganciamenti in situazioni estreme.

  • Utilizzo

    Lascia allo sci una curvatura più naturale e lineare. Distribuisce le forze gradualmente lungo tutto lo sci e dunque è meno aggressiva. Permette anche allo sciatore robusto e potente di utilizzare sci riconosciuti come “morbidi”.

Menu Tecnologia e materiali